Digestione anaerobica di matrici organiche complesse (continuazione, anno 2004)

Data inizio
1 gennaio 2004
Durata (mesi) 
12
Dipartimenti
Biotecnologie
Responsabili (o referenti locali)
Cecchi Franco

L'attività di ricerca condotta studia i processi di stabilizzazione anaerobica di matrici organiche complesse finalizzati alla massimizzazione della produzione di metano ed al conseguente recupero energetico, sia in termini di calore che di energia elettrica. L'attività di ricerca, prevede la biometanizzazione di substrati quali i fanghi di supero degli impianti di depurazione, la frazione organica di rifiuti solidi urbani (FORSU), i residui agro-alimentari (mercatali), o altri rifiuti solidi organici (p.es. biomasse algali), singolarmente o miscelati tra loro (co-digestione). Il processo viene condotto in reattori singoli del tipo completamente miscelato, in regime di temperatura mesofilo (35°C) o termofilo (55 °C). Il contenuto in solidi del reattore è variabile in relazione ai susbstrati trattati. Particolare attenzione viene posta alla diversa provenienza della FORSU e quindi al suo grado di biodegradabilità.

Enti finanziatori:

Ateneo
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento
Programma: RICATENEO - Finanziamenti d'Ateneo per la Ricerca Scientifica

Partecipanti al progetto

Collaboratori esterni

Paolo Pavan
Università Cà Foscari di Venezia Scienze Ambientali Professore Associato
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Environmental Engineering & Energy

Attività

Strutture