Approcci tradizionali e innovativi per l'utilizzo del guado e dell'ortica nell'industria tessile.

Data inizio
1 febbraio 2017
Durata (mesi) 
36
Dipartimenti
Biotecnologie
Responsabili (o referenti locali)
Avesani Linda

Il guado (Isatis tinctoria) e l’ortica (Urtica dioica) sono due specie vegetali con un alto potenziale per l’industria tessile, la prima per la produzione di coloranti la seconda per la produzione di fibra.
Il guado è stato l’unico sistema per la produzione di indaco in Europa fino al 17 secolo quando la concorrenza dell’indaco asiatico ed Americano ne ridusse drasticamente la produzione, mentre l’ortica ha una lunga storia come pianta per la produzione di fibra prima della sua sostituzione con materiali di origine vegetale e/o sintetica più economici.
In questo progetto di tre anni si propongono differenti approcci per spingere I due partecipanti industriali allo sfruttamento economico di entrambe le specie vegetali attraverso una stretta collaborazione con le tre unità di ricerca.
Per il guado, proponiamo di definire, da un lato, le pratiche agronomiche che permettono di incrementare l’accumulo dei precursori dell’indaco nelle foglie, dall’altro di ottimizzare il processo di estrazione del colorante con un approccio ecologico basato sulle biotecnologie. Sull’altro versante, per l’ortica l’obiettivo è la valorizzazione di cloni, che hanno già mostrato un alto potenziale per la produzione di fibra, attraverso la loro caratterizzazione per il contenuto di composti ad alto valore aggiunto in campo medico e cosmetico.
Con questo approccio, entrambe le specie vegetali potranno avere un forte impatto sullo sviluppo economico delle due imprese che partecipano al progetto e più in generale sull’industria tessile “verde”.

Partecipanti al progetto

Linda Avesani
Ricercatore a tempo determinato

Attività

Strutture