Produzione di piante di vite cis-geniche, migliorate per la resistenza nei confronti dell'agente della peronospora della vite, Plasmopara viticola

Data inizio
1 febbraio 2018
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Biotecnologie
Responsabili (o referenti locali)
Polverari Annalisa

Il miglioramento genetico della vite (Vitis vinifera) per la resistenza nei confronti dei suoi principali patogeni uno dei passaggi critici necessari per aumentare la sostenibili delle produzioni. In particolare fondamentale che i genotipi migliorati abbiano caratteristiche di resistenza durevole, pur mantenendo le caratteristiche di pregio delle varietà di elite (Gray et al., 2014).
Le prospettive aperte dalla recente messa a punto di protocolli per la trasformazione cisgenica della vite possono dare nuovo slancio allo sviluppo di piante migliorate per via biotecnologica, attraverso una maggiore accettazione da parte del consumatore del trasferimento genico da specie naturalmente incrociabili.
Il presente progetto mira ad aumentare la competitività dell' Università di Verona nella produzione di piante ingegnerizzate per la resistenza di vite a patogeni, sviluppando efficienti approcci cis-genici adattati ad alcune importanti varietà locali e internazionali.
Il progetto prevede la messa a punto delle condizioni per la produzione sperimentale di viti cis-geniche di diverse varietà, prive di geni estranei quali marcatori di selezione, e portanti:
1) un importante gene che conferisce resistenza a Plasmopara viticola (Rpv1), derivato dalla specie sessualmente compatibile Muscadinia rotundifolia, trasferito insieme alle sue sequenze regolative endogene, o 2) un gene codificante una E3-ubiquitina ligasi, derivante dalla specie sessualmente compatibile Vitis riparia; si tratta di un gene candidato molto promettente in quanto è già stato dimostrato nel nostro laboratorio che l'espressione stabile di questo gene in in piante transgeniche di Vitis vinifera cv Syrah sotto controllo del promotore 35S conferisce resistenza nei
confronti di P. viticola (Ariani et al., 2016).

Partecipanti al progetto

Annalisa Polverari
Professore associato
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Bioinformatica e informatica medica
Law, social and behavioral sciences

Attività

Strutture