Approccio biotecnologico per l’ottenimento di pomodoro

Data inizio
1 gennaio 2011
Durata (mesi) 
12
Dipartimenti
Biotecnologie
Responsabili (o referenti locali)
Molesini Barbara

Nel genoma del pomodoro sono presenti due geni che codificano per miniproteine cystine-knot
(TCMPs): TCMP-1 si esprime nei germogli fiorali e TCMP-2 nel frutto maturo. È stato dimostrato
mediante esperimenti condotti in vitro su cellule endoteliali (lavoro inviato per la stampa), che
entrambe le miniproteine possiedono attività anti-angiogenica. L’angiogenesi è un processo che
può essere associato a patologie tumorali e potrebbe essere quindi un bersaglio terapeutico delle
TCMPs. Il progetto di ricerca prevede la realizzazione di costrutti genici che, una volta introgressi
in piante di pomodoro, portino all’espressione della miniproteina TCMP-1 specificamente
all’interno del frutto, dove normalmente è presente in basse quantità. Il frutto di pomodoro
risultante, arricchito nel contenuto di miniproteine cystine-knot, può rappresentare da un lato un
prototipo di un nuovo alimento funzionale e dall’altro uno strumento per lo studio in vivo su
animali degli effetti terapeutici delle TCMPs.

Enti finanziatori:

Ateneo
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento
Programma: COFATENEO - Cofinanziamento Ateneo progetti di ricerca di Interesse nazionale
Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento
Programma: COFATENEO - Cofinanziamento Ateneo progetti di ricerca di Interesse nazionale

Partecipanti al progetto

Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Plant Sciences

Attività

Strutture