Nuove metodologie di sequenziamento per l’analisi strutturale e funzionale dei genomi

Data inizio
1 ottobre 2008
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Biotecnologie
Responsabili (o referenti locali)
Delledonne Massimo , Pezzotti Mario
Parole chiave
Genomica, Trascrittomica, Vitis vinifera, Nuove metodologie di sequenziamento, Variabilità strutturale e funzionale

Nuove tecnologie di sequenziamento del DNA consentono, in tempi davvero rapidi, l’ottenimento di analisi genomiche dettagliate ed approfondite che permettono di studiare e definire la variabilità genetica, strutturale ed espressa, dei viventi. Il gruppo proponente, insieme con la componente imprenditoriale, IGA, ha partecipato e tuttora partecipa all’iniziativa bilaterale Italia-Francia per il sequenziamento e la caratterizzazione funzionale del genoma della vite (Vitis vinifera L).
Questo progetto, basato sull’ utilizzo del sequenziatore ILLUMINA Genome Analyzer II (GAII), recentemente istallato ad Udine, primo in Italia, intende:
  • integrare le competenze di genomica strutturale con quelle di genomica funzionale;
  • sviluppare strumenti bionformatci per l'analisi dei dati di sequenza di DNA e RNA;
  • identificare e studiare la variabilità strutturale delle diverse specie, varietà e cloni del genere Vitis;
  • analizzare l'espressione genica di diverse varietà, cloni e organi del genere Vitis;
  • integrare i dati di variabilità strutturale con quelli di espressione genica per la definizione delle differenze fenotipiche tra specie, varietà e cloni.

Enti finanziatori:

Associazione Istituto di Genomica Applicata
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento
Programma: COFATENEO - Cofinanziamento Ateneo progetti di ricerca di Interesse nazionale
Ateneo
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento
Programma: COFATENEO - Cofinanziamento Ateneo progetti di ricerca di Interesse nazionale
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Antonio Chimento
Massimo Delledonne
Professore ordinario

Attività

Strutture