Laurea in Biotecnologie Agro-Industriali (ordinamento fino all'a.a. 2008/09)

per Informazioni
Unità operativa: Gestione didattica

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Per visualizzare il proprio percorso formativo indicativo selezionare il proprio anno di immatricolazione

Inserisci la matricola per vedere la tua offerta formativa nell'anno corretto.

Attenzione: il corso di studi è disattivato, viene presentato di seguito l'ultimo piano didattico approvato


Attività formative del piano
Le attività formative che presentano il medesimo ordinale (Nº) sono in alternativa fra loro.
TAF Anno Crediti Attività Anno accademico di frequenza
1 A Informatica 2001/2002
2 A Matematica 2001/2002
3 A Chimica generale ed inorganica 2001/2002
4 B Biologia cellulare 2001/2002
5 F Inglese  
6 B Biologia vegetale 2001/2002
7 A Fisica 2001/2002
8 B Chimica organica 2001/2002
9 A Probabilità e statistica 2001/2002
10 C Diritto 2001/2002
 
11 A Biochimica 2002/2003
12 B Microbiologia generale 2002/2003
13 B Genetica 2002/2003
14 C Economia 2002/2003
15 B Tecniche di colture cellulari 2002/2003
16 B Biologia molecolare 2002/2003
17 B Fisiologia e biochimica vegetali 2002/2003
18 B Chimica analitica 2002/2003
19 B Tecnologie Alimentari I - Tecnologie alimentari (2° anno) 2002/2003
20 B Chimica fisica 2002/2003

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

Le attività formative che presentano il medesimo ordinale (Nº) sono in alternativa fra loro.


A Attività di base
B Attività caratterizzanti
C Attività formative affini o integrative

DAttività a scelta dello studente
EProva finale
FAltre attività

SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Obiettivi formativi I laureati nel corso di laurea devono: possedere una adeguata conoscenza di base dei sistemi biologici, interpretati in chiave molecolare e cellulare; possedere le basi culturali e sperimentali delle tecniche multidisciplinari che caratterizzano l'operatività biotecnologica per la produzione di beni e di servizi attraverso l'analisi e l'uso di sistemi biologici; acquisire le metodiche disciplinari e essere in grado di applicarle in situazioni concrete con appropriata conoscenza delle normative e delle problematiche deontologiche e bioetiche; saper utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali; possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione; essere in grado di stendere rapporti tecnico-scientifici; essere capaci di lavorare in gruppo, di operare con autonomia e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.In particolare il corso di laurea intende fornire una solida formazione di base, biotecnologica e metodologica, incentrata prevalentemente sul settore agro-industriale, che consenta anche di acquisire la flessibilità necessaria per svolgere attività professionali anche negli altri ambiti biotecnologici nonché in quello della comunicazione scientifica.Ai fini indicati, il corso di laurea: comprende attività formative che permettono: di acquisire le conoscenze essenziali sulla struttura e funzione dei sistemi biologici, ricercandone le logiche molecolari, informazionali e integrative con particolare approfondimento riguardo alle piante ed ai microrganismi; di acquisire gli strumenti concettuali e tecnico-pratici per un'operatività sperimentale tendente ad analizzare ed utilizzare, anche modificandole, cellule o loro componenti al fine di ottenere beni e servizi di interesse agro-industriale quali: sviluppo di nuove produzioni vegetali, miglioramento delle caratteristiche funzionali dei componenti delle materie prime, produzione ed analisi di sostanze di interesse industriale ed alimentare, gestione dei processi fermentativi; di fondare le precedenti attività su sufficienti conoscenze di base matematica, statistica, informatica, fisica e chimica; di integrare la preparazione scientifico-tecnica con aspetti giuridici di regolamentazione, responsabilità e bioetica, economici e di gestione aziendale, di comunicazione e percezione pubblica; prevede, tra le attività formative nei diversi settori disciplinari, attività di laboratorio per non meno di 30 crediti complessivi. favorisce attività formative attraverso testimonianze del mondo produttivo e della ricerca e stages di studenti presso aziende e centri di ricerca del settore agro-industriale.Il tempo riservato allo studio personale o ad altre attività formative di tipo individuale è pari al 60% dell'impegno orario complessivo, con possibilità di percentuali minori per singole attività formative ad elevato contenuto sperimentale o pratico.
Sbocchi professionali Il corso di laurea in Biotecnologie Agro-Industriali offre possibilità di impiego in più settori professionali, pubblici e privati, come ad esempio Università e Centri di ricerca sia italiani che esteri. In particolare, il laureato in Biotecnologie Agro-industriali potrà svolgere la sua attività come responsabile dei processi biotecnologici agro-industriali, progettista applicativo e coordinatore di filiere produttive, nell'ambito sia della ricerca di base che in quella applicata.