Laurea specialistica in Biotecnologie molecolari e industriali

per Informazioni
Unità operativa: Gestione didattica

Corso a esaurimento

Per visualizzare il proprio percorso formativo indicativo selezionare il proprio anno di immatricolazione

Inserisci la matricola per vedere la tua offerta formativa nell'anno corretto.

Attenzione: il corso di studi è disattivato, viene presentato di seguito l'ultimo piano didattico approvato

Questa laurea è in serie alla laurea triennale Laurea in Biotecnologie Agro-Industriali (ordinamento fino all'a.a. 2008/09).
Ripristina

Attività formative del piano
Le attività formative che presentano il medesimo ordinale (Nº) sono in alternativa fra loro.
TAF Anno Crediti Attività Anno accademico di frequenza
28 A Chimica fisica II (CHIM/02) 2004/2005
29 A/B/S Biofisica - Biofisica (FIS/07) 2004/2005
30 A Infobiotica (INF/01) 2004/2005
31 B Bioinformatica (BIO/11) 2004/2005
32 B Biocristallografia (BIO/11) 2004/2005
33 B Biopolimeri e Analisi NMR (CHIM/06) 2004/2005
34 C Genomi, informazione genetica e sua espressione in organismi procariotici ed eucariotici (BIO/04) 2004/2005
35 C/S Proprietà intellettuale (IUS/04) 2004/2005
36 D Oncologia molecolare (MED/08) 2004/2005
 
37 B Enzimologia industriale (BIO/10) 2008/2009
38 C Microbiologia industriale (AGR/16) 2005/2006
39 B Bioreattori (ING-IND/25) 2008/2009
40 B Processi biotecnologici industriali (ING-IND/25) 2008/2009
41 B Produzione e caratterizzazione di proteine ricombinanti (BIO/10) 2005/2006
42 C Gene design e laboratorio di DNA arrays (BIO/04) 2005/2006
43 B Proteomica (BIO/10) 2005/2006
45 D A scelta dello studente (laurea specialistica)  
46 F
Attività tipo F (laurea specialistica):
Insegnamenti disponibili Crediti Anno accademico di frequenza
Esame orale a scelta 1 1,5 2005/2006
Esame orale a scelta 2 1,5 2005/2006
48 E 47  Prova finale (laurea specialistica)  

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

Le attività formative che presentano il medesimo ordinale (Nº) sono in alternativa fra loro.


A Attività di base
B Attività caratterizzanti
C Attività formative affini o integrative

DAttività a scelta dello studente
EProva finale
FAltre attività

SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Obiettivi formativi, Sbocchi professionali
Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Molecolari ed Industriali si prefigge lo scopo di fornire, in forma avanzata, le basi culturali, sperimentali e professionali delle conoscenze multidisciplinari e delle competenze tecniche volte (1) allo sviluppo ed alla gestione di sistemi biologici per la produzione industriale di composti di interesse economico, (2) alla messa a punto di metodologie analitiche e diagnostiche bio-molecolari, (3) alla applicazione di bio-processi per il trattamento di rifiuti e reflui, per il risanamento di matrici ambientali contaminate e per la prevenzione dell'inquinamento. Attraverso una approfondita conoscenza dei sistemi biologici, interpretati in chiave biochimica, molecolare e cellulare, si formeranno laureati in grado di analizzare ed utilizzare i sistemi bio-catalitici ed i corrispondenti processi, con riferimento anche alle esigenze impiantistiche delle filiere biotecnologiche. Il percorso formativo richiede, inoltre, allo studente l'acquisizione di elementi giuridici, bioetici, economici e di gestione aziendale, nonché di comunicazione e percezione pubblica delle biotecnologie. I laureati in Biotecnologie Molecolari ed Industriali dovranno saper utilizzare efficacemente, in forma scritta ed orale, almeno la lingua inglese, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali, nonché possedere una adeguata conoscenza degli strumenti informatici per la comunicazione e la gestione dell'informazione. Il programma di studi copre, con particolare enfasi per gli aspetti applicativi delle singole discipline, gli ambiti della biochimica (metabolismo ed energetica cellulare), della struttura e funzione delle proteine, della biologia molecolare, della genetica, della bioinformatica, della microbiologia applicata e dei principi di ottimizzazione e controllo dei processi biochimici ovvero della gestione dei bioreattori per la applicazione industriale di cellule ed enzimi. Gli studenti saranno inoltre stimolati alla considerazione delle implicazioni economiche ed etico-sociali (es. brevettabilità) dei risultati della ricerca biotecnologica. Ai laureati del Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Molecolari ed Industriali è richiesto: Il possesso di conoscenze e competenze nei vari settori delle scienze e tecnologie per l.analisi molecolare dei processi biotecnologici mirate al loro utilizzo nella progettazione, sviluppo, gestione e mantenimento di sistemi biotecnologici di interesse industriale; la capacità di affrontare e analizzare problematiche e di sviluppare tecnologie applicate al Vivente ed alle sue molecole al fine di fornire soluzioni a problemi di produzione; la perizia nell'acquisire metodologie di indagine proprie della moderna analisi del Vivente e delle sue molecole costitutive nonché nell'applicazione delle stesse a situazioni concrete, con adeguata conoscenza degli strumenti scientifici di supporto ai vari contesti di interesse industriale; l'uso efficace, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza, per lo scambio di informazioni generali; la capacità di lavorare in gruppo, di operare con definiti gradi di autonomia e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro. Il Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Molecolari ed Industriali fornisce al laureato le competenze necessarie per operare negli ambiti della progettazione, realizzazione, sviluppo e gestione di sistemi biotecnologici nonché per fronteggiare problematiche emergenti nello stesso campo, sia presso imprese produttrici che presso amministrazioni pubbliche, dove ci si confronta con processi biotecnologici. In particolare, il laureato in Biotecnologie Molecolari ed Industriali dell'Università degli Studi di Verona possederà specifiche competenze di base ed applicative nei seguenti settori: molecole informazionali ed informazione biologica, studio, progettazione, sviluppo di metodiche di analisi dell.informazione biologica, modellazione dell'informazione biologica: dalle molecole informazionali ai processi biotecnologici industriali, progettazione e sviluppo di strategie e processi biotecnologici a significato euristico e applicativo Il Vivente ed il suo utilizzo nella soluzione di problemi di produzione di beni e la fornitura di servizi. Per le finalità indicate, il curriculum della Laurea Specialistica in Biotecnologie Molecolari ed Industriali deve: comprendere attività finalizzate ad acquisire: strumenti analitici per lo studio delle molecole biologiche e dei processi biochimico-molecolari del Vivente; conoscenza dei principi sottesi all.informazione biologica, delle strutture molecolari e dell'utilizzo dei sistemi basati sull.informazione biologica (i.e. infobiotica); tecniche e metodi di progettazione e realizzazione di sistemi di produzione industriale basati su tecnologie del Vivente, ivi inclusi l.uso di software dedicati a problematiche biotecnologiche e modellazione dell'informazione e della conoscenza. prevedere non meno di 55 crediti dedicati ad attività di ricerca in laboratorio, nelle attività caratterizzanti ed affini, per la stesura dell.elaborato di Tesi di Laurea; prevedere, in relazione a specifici obiettivi formativi, attività complementari quali tirocini formativi presso aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori, oltre a soggiorni di studio presso altre università italiane e estere, nel quadro di accordi interuniversitari nazionali ed internazionali.
Sbocchi professionali Il Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Molecolari ed Industriali fornisce al laureato le competenze necessarie per operare negli ambiti della progettazione, realizzazione, sviluppo e gestione di sistemi biotecnologici nonché per fronteggiare problematiche emergenti nello stesso campo, sia presso imprese produttrici che presso amministrazioni pubbliche, dove ci si confronta con processi biotecnologici.