Patologia e Oncologia (2009/2010)

Corso a esaurimento

Codice insegnamento
4S00306
Docente
Roberto Chignola
Coordinatore
Roberto Chignola
crediti
2
Settore disciplinare
- - -
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
II semestre dal 1-mar-2010 al 15-giu-2010.

Orario lezioni

II semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
venerdì 11.30 - 13.30 lezione Aula L  

Obiettivi formativi

Scopo del corso e' fornire una panoramica dei seguenti aspetti della patologia tumorale:
1. aspetti morfologici e fisiopatologici della patologia tumorale
2. aspetti cellulari e molecolari alla base della proliferazione neoplastica
3. possibilita’ innovative di intervento terapeutico

La struttura del corso si basa in gran parte sulla review “The hallmarks of cancer”, D. Hanahan and R.A.Weinberg, Cell (2000) 100: 57-70 che verra' fornita agli studenti. Tuttavia agli studenti verranno anche forniti ulteriori articoli scientifici su vari aspetti specifici del corso.

Programma

Lezione 1: Che cos’e’ una cellula tumorale. Tumori solidi e liquidi. Organizzazione tissutale di un tumore solido. Aspetti morfologici e metabolici di una cellula tumorale. Implicazioni del metabolismo di una cellula tumorale nella crescita di una massa tumorale (es. maggior metabolismo, diminuzione del pH extracellulare, assenza di vasi linfatici per il drenaggio dei cataboliti, ...)

Commento: questi aspetti risultano di fondamentale importanza per comprendere come la struttura di un tumore solido ostacoli la penetrazione di molecole terapeutiche e quindi limiti il successo di una terapia.

Lezione 2: Le sei essenziali alterazioni della fisiologia cellulare delle cellule neoplastiche, ovvero:
a. Autoproduzione di fattori di crescita
b. Insensibilita’ a segnali antiproliferativi
c. Evasione dai meccanismi di apoptosi
d. Acquisizione di una capacita’ riproduttiva illimitata
e. Stimolazione dell’angiogenesi
f. Invasione tissutale e formazione di metastasi

Lezioni 3-6: Esempi molecolari alla base delle sei alterazioni fondamentali (es. il modello della p53 e delle sue mutazioni nel determinare l'insensibilita' delle cellule tumorali a segnali di morte cellulare programmata).

Commento: per ciascuna delle sei alterazioni fondamentali verra’ scelto un esempio molecolare da descrivere in maggior dettaglio. Ne consegue che lo studente potra’ avere una panoramica delle basi molecolari della patologia tumorale che a loro volta costituiscono il bersaglio degli approcci diagnostici e terapeutici (ad esempio l’analisi delle mutazioni nei geni della famiglia del bcl/2).

Lezione 7: Aspetti molecolari nella diagnostica delle neoplasie. Il concetto di prognosi e sua utilita’ clinica. Uso di anticorpi monoclonali, gene array, ecc... Confronto con le attuali tecniche diagnostiche di imaging.

Lezione 8: Panoramica sulle terapie antitumorali tradizionali e di interesse biotecnologico e nuove terapie fisiche con fasci di particelle nucleari e subnucleari

Modalità d'esame

Lo studente dovra' preparare e discutere una tesina su argomenti concordati con il docente