JP2015 - Estratti naturali nanoincapsulati per la difesa della vite contro Plasmopara viticola: valutazioni tecnologiche e fitoiatriche

Data inizio
1 gennaio 2016
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Biotecnologie
Responsabili (o referenti locali)
Polverari Annalisa
Parole chiave
JOINT PROJECT, SUSTAINABLE AGRICULTURE, NANOTECHNOLOGY, PLANT PROTECTION, NATURAL EXTRACTS, GRAPEVINE, ANTIMICROBIAL COMPOUNDS

PREMESSA
Il progetto prevede la preparazione in nanoformulazione di sostanze antimicrobiche naturali, e la valutazione della fattibilità di una loro applicazione in chiave antiperonosporica su vite. La letteratura scientifica riporta numerose sostanze naturali già valutate in alternativa ai prodotti fitosanitari di sintesi, ma la loro validità ed efficacia risultano molto limitate dalla scarsa persistenza o penetrazione delle medesime nel tessuto vegetale. La formulazione in nanoparticelle o nanoemulsioni può aumentare notevolmente l’efficacia e la persistenza dell’azione antimicrobica, come dimostrato in ambito medico e in alcune applicazioni molto recenti in campo alimentare.
Il gruppo proponente ha un’esperienza pluriennale nello studio dell’interazione vite-Plasmopara viticola, e possiede le capacità e le strutture per eseguire infezioni controllate del patogeno e valutarne il processo infettivo in risposta a trattamenti. ProdAl scarl ha sviluppato e sperimenta nanoemulsioni a base di oli vegetali alimentari, di totale sicurezza per la salute, che possono essere “carrier” di molecole ad azione antimicrobica. Una questione cruciale non ancora valutata è la capacità di queste nanoformulazioni di penetrare all’interno delle piante, e di raggiungere i siti di colonizzazione dei patogeni. In particolare in questo progetto saranno prodotte nanoemulsioni di olio di girasole, di diverse dimensioni e cariche elettriche, portanti:
  • molecole fluorescenti, per la valutazione mediante microscopia confocale della veicolazione in pianta delle nanoemulsioni;
  • molecole di carvacrolo, eugenolo, timolo, derivati degli stilbeni oppure estratti di piante come potenziali sostanze antimicrobiche ad azione antiperonosporica.
RISULTATI
I risultati attesi consistono nella estensione di impiego delle nanoemulsioni dall’ambio bio-medico o alimentare all’ambito agrario, in particolare per la difesa da una importante patologia della vite, oggetto di numerosi trattamenti a stagione.

MAIN PARTNER
ProdAl S.c.ar.l., Società Consortile a responsabilità limitata

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Annalisa Polverari
Professore associato
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Plant Sciences

Attività

Strutture