Tecniche analitiche di chimica clinica (2020/2021)

Codice insegnamento
4S003264
Crediti
6
Coordinatore
Daniela Cecconi
Settore disciplinare
CHIM/01 - CHIMICA ANALITICA
Lingua di erogazione
Italiano
L'insegnamento è organizzato come segue:
Attività Crediti Periodo Docenti Orario
teoria 5 II semestre Daniela Cecconi

Vai all'orario delle lezioni

laboratorio 1 II semestre Daniela Cecconi

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

TEORIA: il corso si propone di far acquisire allo studente i principi fondamentali per l’interpretazione di un dato analitico e dell’attendibilità delle misure analitiche (errori, variabilità preanalitica e analitica, precisione, accuratezza, sensibilità e specificità, predittività). Saranno approfondite le tecniche analitiche particolarmente impiegate nel laboratorio di chimica clinica (quali ad es: tecniche per la determinazione enzimatica della concentrazione di analiti, tecniche immunochimiche, tecniche radiochimiche ed elettrochimiche, immunoelettroforesi). A completamento del corso, gli studenti avranno le conoscenze necessarie per poter riconoscere le potenzialità e le criticità delle varie tecniche e la loro applicabilità sui diversi campioni biologici.

LABORATORIO: il corso si prefigge l’obiettivo di far acquisire manualità di laboratorio attraverso una serie di esperienze didattiche per determinare la concentrazione di enzimi e analiti nelle matrici biologiche siero e plasma.

Programma

MM: teoria
• Raccolta dei materiali biologici.
• Le varie componenti della variabilità osservate nella chimica clinica (pre-analitica, biologica, analitica). Errori sperimentali (casuali, sistematici, grossolani).
• Attendibilità delle misure analitiche (precisione, accuratezza, sensibilità e specificità).
• Predittività di un test analitico. Controllo di qualità dei risultati.
• Comparazione di metodi analitici (retta di regressione e Bland-Altman plot).
• Tecniche di rilevamento dell’attività enzimatica. Determinazione enzimatica della concentrazione di analiti.
• Tecniche immunochimiche. Metodi eterogenei (competitivi/non competitivi) Metodi omogenei (competitivi/non-competitivi).
• Tecniche immunoenzimatiche (Enzyme Linked Immunosorbent Assay; Microparticle enzyme immunoassay; Enzyme Multiplied immunoassay; Cloned enzyme donor immunoassay)
• Tecniche immunofluorescenti (ImmunoFluorescence Assay; Fluorescence Polarization immunoassay; Dissociation-Enhanced Lanthanide Fluorescent immunoassay; IF Microscopy e FACS).
• Chemiluminescenza (Lumino immunoassay; Chemiluminescent Magnetic immunoassay; ElectroChemiLuminiscence; Bioluminescence enzyme immunoassay; Immunodosaggi con avidina-biotina)
• Tecniche radioimmunologiche (Radio immunoassay; Immuno Radiometric Assay).
• Test di Agglutinazione. Test di fissazione del complemento.
• Immunodiffusione; Immunoelettroforesi; Elettroforesi controcorrente.
• Immunonefelometria e Immunoturbidimetria.
• Elettroliti e Tecniche elettrochimiche in diagnostica.
• Biosensori

MM: laboratorio
Lo studente parteciperà ad esperienze pratiche inerenti ad alcune delle analisi tipiche di un laboratorio di chimica clinica, ad esempio determinazione del glucosio con metodo enzimatico colorimetrico GOD-POD; determinazione della fosfatasi alcalina con metodo cinetico ottimizzato DEA; determinazione dell’alanina-aminotransferasi con metodo UV cinetico ottimizzato IFCC.
Verranno anche effettuati saggi di determinazione della transferrina, del fattore del complemento c3c e del fibrinogeno tramite immunodiffusione radiale e l’analisi di immunorivelazione tramite enhanced chemiluminescence.

Modalità d'esame

MM: teoria
REQUISITO DI ACCESSO ALL'ESAME:
Per presentarsi all’esame finale scritto deve essere stata effettuata l’esposizione in aula di un paper scientifico relativo ad una delle tecniche descritte durante il corso.

Gli studenti NON frequentanti che intendono sostenere l’esame devono prendere contatto con il docente entro le prime due settimane dall’inizio del corso per essere inseriti nel calendario delle esposizioni e per avere assegnato l’articolo scientifico. Si consiglia la partecipazione ad almeno il 30% delle lezioni.
E ‘obbligatoria la frequenza all’intera lezione nella quale si espone l’articolo. E' obbligatoria (eccetto per i NON frequentanti) anche la partecipazione alle lezioni nelle quali i colleghi espongono il loro articolo.


CARATTERISTICHE DELL'ESAME
L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.
L’esame consiste in una prova scritta. Lo studente dovrà rispondere ad una serie di domande a risposta aperta, dimostrando di aver compreso e di essere in grado di utilizzare i concetti fondamentali di ogni argomento.

MM: laboratorio
La comprensione delle esperienze pratiche sarà verificata attraverso domande inserite nella verifica relativa al corso teorico.

Il voto finale si ottiene dalla seguente formula: Voto = Voto_esame + max di 2 punti per esposizione paper

Testi di riferimento
Attività Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
teoria Ciaccio M, Lippi G Biochimica Clinica e Medicina di Laboratorio (Edizione 2017) EdiSES Edizioni Scientifiche ed Universitarie 2017 9788879599580
teoria Italo Antonozzi e Elio Gulletta Medicina di Laboratorio (Edizione 3) Piccin 2019 978-88-299-2973-3
teoria Spandrio L. Principi e tecniche di chimica clinica. Piccin 2001 978-88-299-1569-9