Destino di microinquinanti prioritari nella stabilizzazione anaerobica di fanghi di depurazione originati da processi di trattamento avanzato di reflui industriali e rifiuti liquidi (2005)

Starting date
January 1, 2005
Duration (months)
24
Departments
Biotechnology
Managers or local contacts
Cecchi Franco
URL
2005097004_001
Keyword
INQUINANTI PRIORITARI;ACQUE REFLUE INDUSTRIALI;RIFIUTI LIQUIDI;TRATTAMENTI AVANZATI CHIMICO-FISICI;TRATTAMENTI AVANZATI BIOLOGICI;PROCESSI AEROBICI;PROCESSI ANAEROBICI;BIOREATTORE A MEMBRANA;DIGESTIONE ANAEROBICA

I più recenti orientamenti scientifici e normativi impongono l’adozione di una elevata efficienza nella rimozione dei microinquinanti (metalli pesanti e composti organici aromatici e clorurati) dalle acque reflue al fine di mantenere per quanto possibile inalterate le caratteristiche dei corpi ricettori e facilitare il riutilizzo della risorsa idrica. Obiettivo fondamentale dell’attività di ricerca in oggetto è, pertanto, l’individuazione di una filiera di processi in grado, nel loro insieme, di fornire acque trattate caratterizzate da concentrazioni di microinquinanti prossimi ai livelli di back-ground ambientale o, quantomeno, accettabili per il successivo trattamento in impianti di depurazione di tipo convenzionale. In prima ipotesi, ci si pone quale obiettivo il raggiungimento dei limiti allo scarico individuati dal DM 367/2003.
In particolare, la filiera proposta prevede l’adozione di un processo di pre-trattamento di natura chimico-fisica per la rimozione ad elevata efficienza del materiale particolato (solidi sospesi) seguito da un trattamento biologico avanzato di tipo aerobico (bio-reattore a membrana - MBR) od anaerobico (reattore UASB) per la rimozione dei composti organici ed il bio-adsorbimento dei metalli pesanti. La filiera di processi di trattamento si completa quindi con lo studio del processo di stabilizzazione anaerobica dei fanghi di depurazione ad elevate concentrazioni di sostanza secca così da ottenere un effetto positivo sul bilancio energetico del reattore.
Tutta la sperimentazione verrà condotta in impianti pilota di grossa taglia trattando reflui reali. Lo schema complessivo del progetto è quello riportato in figura 1.
.
Figura 1 - Schema del progetto di ricerca

I prodotti attesi dalle attività di ricerca, che coinvolgono 4 Atenei, consistono nell’individuazione del lay-out di un processo affidabile di applicabilità industriale per il controllo della diffusione dei microinquinanti nei corpi idrici e la formulazione di un modello matematico in grado di predire il loro destino finale delle diverse classi di microinquinanti al variare dei parametri del processo di depurazione.

Sponsors:

Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
Funds: assigned and managed by the department
Syllabus: COFIN - Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale

Project participants

Research areas involved in the project
Environmental Engineering & Energy

Activities

Research facilities