Caratterizzazione strutturale della proteina 14-3-3 gamma umana

Starting date
January 7, 2005
Duration (months)
36
Departments
Biotechnology
Managers or local contacts
Monaco Ugo Luigi

Il nome 14-3-3 si applica ad una famiglia di proteine di peso molecolare 28-33 kDa che interagisce con una serie di altre proteine coinvolte in importanti processi biologici fondamentali quali la regolazione del ciclo cellulare, del traffico intracellulare, la trasduzione del segnale e la trascrizione. Questa interazione avviene principalmente, ma non soltanto, tramite il legame a motivi strutturali contenenti fosfoserine. Nell’uomo sono stati identificati sette geni che codificano per altrettante proteine 14-3-3 chiamate isoforme beta, gamma, epsilon, eta, sigma, tau o theta e zeta. Di queste sette proteine, omologhe dal punto di vista della sequenza, soltanto la struttura tridimensionale di tre, le isoforme zeta, sigma e tau o theta, è stata determinata sperimentalmente. Fra i processi cellulari regolati dalle proteine 14-3-3, ce ne sono diversi che rivestono un’importanza fondamentale nella biologia del cancro quali l’apoptosi e i controlli del ciclo cellulare. Delle sette isoforme delle 14-3-3 umane, la forma sigma è implicata direttamente nell’eziologia del cancro umano. Poiché si è visto che la perdita dell’espressione della 14-3-3 sigma sensibilizza le cellule cancerogene agli agenti anticancro convenzionali, l’inibizione di questa proteina potrebbe essere sfruttata per scopi terapeutici. C’e molta meno evidenza sperimentale sul comportamento delle altre isoforme nel cancro ma sembrerebbe che l’isoforma gamma umana, particolarmente espressa nel Sistema Nervoso Centrale, si comporti, almeno in alcuni casi, in modo simile alla isoforma sigma.
Questo progetto di ricerca intende affrontare la determinazione della struttura tridimensionale della isoforma gamma della proteina 14-3-3 umana usando come tecnica strutturale la diffrazione di raggi X di cristalli singoli

Sponsors:

PRIN VALUTATO POSITIVAMENTE
Funds: assigned and managed by the department
Syllabus: PRIN

Project participants

Activities

Research facilities