Laurea in Scienze e tecnologie viticole ed enologiche

banner corso di studi
per Informazioni
Unità operativa: Gestione didattica

Per visualizzare il proprio percorso formativo indicativo selezionare il proprio anno di immatricolazione

Inserisci la matricola per vedere la tua offerta formativa nell'anno corretto.


Attività formative del piano
Le attività formative che presentano il medesimo ordinale (Nº) sono in alternativa fra loro.
TAF Anno Crediti Attività Anno accademico di frequenza
1 A 12  Biologia e fisiologia vegetale (BIO/01 ,BIO/04) 2018/2019
2 A Chimica generale ed inorganica (CHIM/03) 2018/2019
3 A Chimica organica (CHIM/06) 2018/2019
4 B Economia vitivinicola (AGR/01) 2018/2019
5 A Fondamenti di fisica applicata (FIS/07) 2018/2019
6 A/C Matematica e statistica (MAT/05 ,SECS-S/01) 2018/2019
7 E Lingua inglese competenza linguistica liv. B1 (completo)  
 
8 B 12  Chimica agraria (AGR/13) 2019/2020
9 B Economia dell'impresa vitivinicola (AGR/01) 2019/2020
10 B/C 15  Enologia I (AGR/15) 2019/2020
11 A Genetica e miglioramento genetico (AGR/07) 2019/2020
12 B 12  Microbiologia agraria ed enologica (AGR/16) 2019/2020
13 B 12  Viticoltura (AGR/03) 2019/2020
14 F Tirocinio  
 
15 B/C 12  Difesa della vite (AGR/12 ,AGR/11) 2020/2021
16 B/C 12  Enologia II (AGR/15) 2020/2021
17 B Politica vitivinicola (AGR/01) 2020/2021
18 C Impiantistica enologica (ING-IND/25) 2020/2021
19 B/C Tecniche viticole e meccanizzazione (AGR/09 ,AGR/03) 2020/2021
20 D 12  A scelta dello studente  
21 E Prova finale  

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

Le attività formative che presentano il medesimo ordinale (Nº) sono in alternativa fra loro.


A Attività di base
B Attività caratterizzanti
C Attività formative affini o integrative

DAttività a scelta dello studente
EProva finale
FAltre attività

SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Obiettivi formativi Il Corso di Laurea di tipo professionalizzante intende formare un laureato in grado di inserirsi prontamente nel mondo del lavoro e di operare nei vari settori della vitivinicoltura, sia come dipendente, sia come libero professionista (enologo e agronomo junior) e nel contempo di essere in possesso di una solida preparazione di base e di metodo anche per proseguire gli studi nelle Lauree Magistrali.
La struttura del percorso formativo in Scienze e Tecnologie Viticole ed Enologiche prevede insegnamenti di base, caratterizzanti ed integrativi, monodisciplinari o, in alcuni casi, integrati (2 o 3 moduli).

La prova di accertamento di conoscenza della lingua straniera prevede il conseguimento del livello B1 completo.
Sono inoltre previsti 12 CFU corrispondenti ai crediti liberi a scelta autonoma da parte dello studente.

Le attività formative sono suddivise in semestri e l'inizio del III anno è destinato alle attività di tirocinio pratico-applicativo presso aziende del settore vitivinicolo ed eventualmente alla preparazione dell'elaborato finale.

- Primo anno
Nel corso del primo anno vengono impartiti gli insegnamenti di base atti a conseguire un comune linguaggio scientifico nel campo matematico, chimico, fisico e biologico.
A questi insegnamenti, oltre alla verifica dell'apprendimento della lingua straniera, si aggiungono conoscenze di base di informatica e statistica e di economia applicata.

- Secondo anno
Vengono erogate conoscenze e capacità tecniche qualificanti per il CdS, in particolare conoscenze di viticoltura generale e di ecologia e fisiologia viticola, di chimica enologica e di analisi sensoriale dei vini, di microbiologia, di chimica del suolo e di biochimica, di genetica vegetale e di economia e marketing.

- Terzo anno
L'inizio del I semestre del III anno è prevalentemente dedicato al tirocinio pratico-applicativo.
Successivamente il terzo anno completa la formazione caratterizzante dello studente nel settore vitivinicolo con erogazione di conoscenze e capacità tecniche qualificanti quali: la difesa della vite, le conoscenze inerenti le tecnologie enologiche e di condizionamento dei vini, la politica vitivinicola, l'impiantistica enologica e il controllo dei reflui di cantina.

Infine lo studente, utilizzando i crediti liberi, potrà implementare la sua preparazione specifica in settori caratterizzanti delle classi o affini integrativi, o anche dedicare un impegno maggiore al tirocinio pratico-applicativo o alla preparazione dell'elaborato finale.

Tirocino e prova finale (eventualmente implementati da una parte dei crediti a scelta autonoma) sono da considerarsi attività sinergiche che vanno a costituire un momento formativo coerente con gli obiettivi del corso di studio e tale da esaltare, nell'insieme, la capacità di applicare conoscenza e comprensione, autonomia di giudizio e abilità comunicative.
Sbocchi professionali Il laureato possiede le competenze relative alla classe Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali con specifico riferimento al settore della viticoltura e dell'enologia.

Funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato sarà in grado di eseguire:
- progettazione in campo viticolo ed enologico;
- applicare le tecnologie per il controllo della produzione vitivinicola.
Il laureato potrà accedere a sbocchi occupazionali nei diversi settori della vitivinicoltura con funzioni di:
- direzione e amministrazione di aziende vitivinicole;
- tecnico di laboratorio di analisi microbiologiche, enochimiche ed organolettiche dei vini;
- gestione aziendale nel settore della distribuzione e commercializzazione e marketing dei prodotti vitivinicoli;
- consulenza in qualità di libero professionista (Enologo, Agronomo junior).

Competenze associate alla funzione:

Il laureato sarà in grado di:
- applicare in pieno campo, in cantina e nell'organizzazione aziendale le conoscenze apprese durante il percorso;
- interpretare ed applicare le normative di settore;
- utilizzare le fonti di informazioni per il settore vitivinicolo;
- operare in laboratori di analisi viticole ed enologiche;
- utilizzare sufficientemente la lingua inglese;
- utilizzare gli strumenti informatici.

Sbocchi occupazionali:

Ai sensi della L. 129/91 e successive modificazioni, il CdS forma la figura dell'Enologo.
I laureati possono sostenere l'esame di Stato per l'iscrizione all'albo professionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali nella sezione B (Agronomo junior), settore agronomo e forestale.
I laureati trovano impiego inoltre in aziende vitivinicole, in aziende di produzione o di indotto, in laboratori di analisi, in consorzi e associazioni di categoria e in organizzazioni pubbliche di settore.