Fisiologia della produzione e dello stress (2016/2017)

Codice insegnamento
4S02782
Docenti
Roberto Bassi, Tiziana Pandolfini
Coordinatore
Roberto Bassi
crediti
6
Settore disciplinare
BIO/04 - FISIOLOGIA VEGETALE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
I sem. dal 3-ott-2016 al 31-gen-2017.

Orario lezioni

I sem.
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 13.30 - 15.30 lezione Aula A  
mercoledì 13.30 - 15.30 lezione Aula I  

Obiettivi formativi

Modulo: FISIOLOGIA DELLA PRODUZIONE
-------
Il corso è indirizzato all’analisi dei processi fisiologici e molecolari importanti per la crescita e lo sviluppo delle piante in relazione agli aspetti applicativi concernenti la produzione nelle piante agrarie.


Modulo: FISIOLOGIA DELLO STRESS
-------
Il corso si propone come punto di incontro tra i contributi della biochimica, biofisica e biologia molecolare e genetica nella comprensione della risposta agli stress abiotici, uno dei problemi fondamentali della biologia vegetale: freddo, siccità, caldo, eccesso di luce, carenze minerali, tossicità. Il corso prevede una parte generale in cui si affronteranno i caratteri comuni degli stress ambientali ed i metodi per l'identificazione dei fenotipi e dei geni coinvolti nella resistenza. Centrale appare il ruolo dello stress ossidativo, le cui origini, caratteristiche e specie molecolari coinvolte saranno trattare in dettaglio. Le strutture cellulari e molecolari coinvolte nella risposta allo stress verranno descritte e le loro interazioni verranno messe in evidenza. Un caso di studio verrà trattato sull'impiego biotecnologico delle conoscenze ottenute dallo studio delle biologia dello stress.

Parole chiave: ecofisiologia, fisiologia della produzione vegetale, biofisica, genetica molecolare.

Programma

Modulo: FISIOLOGIA DELLA PRODUZIONE
-------
Concetti di base dell’analisi della crescita delle piante; l’intercettazione della luce; efficienza fotosintetica; fotosintesi e fotorespirazione; meccanismi di concentrazione del carbonio; possibili effetti dell’aumento della CO2 atmosferica; allocazione, traslocazione e ripartizione degli assimilati; efficienza nell’uso delle risorse idriche; efficienza di uso di N, fissazione simbiotica di N; le micorrize e l’assorbimento di fosforo; crescita riproduttiva: formazione e dello sviluppo del frutto e ruolo degli ormoni; tutti gli argomenti sono trattati facendo riferimento ad esempi di applicazioni biotecnologiche volte al miglioramento della produttività.


Modulo: FISIOLOGIA DELLO STRESS
-------
1) Introduzione agli stress abiotici: definizioni e limiti del problema.
2) Metodi per l’identificazione di geni e prodotti genici indotti da stress.
3) Stress salino e da siccità.
4) Stress da congelamento
5) Stress da mancanza di ossigeno e sommersione.
6) Stress termico.
7) Composti tossici.
8) Stress da freddo (above 0) e luce + freddo. I meccanismi molecolari di acclimatazione.
9) Lo stress ossidativo: origini, strutture e molecole coinvolte.
10) Analisi biofisica e biochimica dello stress ossidativo.
11) Meccanismi di dissipazione termica e variazione nella sintesi di ATP/NADPH
12) Mancanza di nutrienti.
13) Effetto della carenza di Fe nell’apparato fotosintetico.
14) Sintesi di ATP in mancanza di O2 e CO2 ed evoluzione di idrogeno nelle alghe
15) Genetica ed epigenetica della resistenza agli stress ambientali.


Modalità d'esame

Modulo: FISIOLOGIA DELLA PRODUZIONE
-------
orale


Modulo: FISIOLOGIA DELLO STRESS
-------
L’esame sarà organizzato in due parti.
a) all’inizio di ogni appello i candidati riceveranno una domanda a cui dovranno rispondere per iscritto in 45 minuti. Riguarderà uno gli aspetti propedeutici del corso e potrà prevedrà l’esposizione di schemi generali e la compilazione delle vie metaboliche coinvolte.
b) Fra una scelta di articoli forniti dal docente ogni candidato dovrà sceglierne uno di suo interesse e dare una breve presentazione sulla base di diapositive preparate allo scopo. Durante la presentazione verranno poste domande generali sul programma

Materiale didattico: Gli argomenti trattati nel corso sono difficilmente ritrovati in un libro di testo. Molte parti di interesse sono discusse in:

Buchanan et al. : Biochimica e biologia molecolare delle piante, Zanichelli. Testo di base fondamentale per lo studio della biologia Vegetale.
Salisbury e Ross: Plant Physiology. Blackwell. Un testo di Fisiologia Classica, particolarmente adatto allo studio dei fenotipi.
Nobel: Biophysical plant Ecology. Illustra I fenomeni di base della biologia delle piante con rigore formale e metodologico.

Il Docente renderà disponibili I pdf delle lezioni e una serie di articoli complementari che potranno fare da base ad una preparazione più dettagliata.
NB: IN NESSUN MODO I L TESTO CONTENUTO NELLE DIAPOSITIVE PUO’ ESSERE CONSIDERATO SUFFICIENTE AD UNA PREPARAZIONE COMPLETA E SOSTITUTIVO DEL LIBRO DI TESTO.

Opinione studenti frequentanti - 2016/2017