Laurea in Scienze e tecnologie viticole ed enologiche

banner corso di studi

Presentazione


Il Corso di Laurea è ospitato in un a Villa del XVI secolo, nel cuore della zona vitivinicola della Valpolicella. L'offerta didattica si avvale di docenti che hanno svolto e svolgono un'intensa attività di ricerca scientifica nel settore che viene riversata negli insegnamenti impartiti.
Il percorso formativo triennale, con ammissione a numero programmato, ha l’obiettivo di fornire una preparazione che consenta ai laureati l’inserimento non solo in posizioni direzionali organizzative, tecnico-gestionali e commerciali della filiera vitivinicola, ma anche in realtà imprenditoriali aziendali di produzione o di indotto, in laboratori d’analisi, consorzi e associazioni di categoria e in organizzazioni pubbliche di settore.
Il piano didattico coniuga lo studio di materie scientifiche di base come matematica, fisica, statistica, chimica e biologia, con insegnamenti sottesi all’analisi dei processi della filiera vitivinicola quali chimica agraria, difesa delle piante, genetica, microbiologia ed economia.
Completano la formazione e la specializzazione, discipline a carattere professionale quali viticoltura, enologia, marketing, impiantistica ed altre materie scelte dallo studente.  Lo studente ha inoltre la possibilità di svolgere esperienze di studio e stage all'estero grazie a programmi di mobilità internazionale.
Il corso di laurea abilita alla professione di Enologo, con titolo a valenza europea, creando nel contempo le premesse per l’accesso a livelli di formazione universitaria superiore.

Per informazioni complete su obiettivi, attività, servizi, risorse e risultati della formazione è possibile consultare la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS).

Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

Punto di riferimento per gli studenti, per informazioni sull'organizzazione della didattica, è l'Unità Operativa Didattica e Studenti di Scienze e Ingegneria:
 

Scheda del corso

Tipo
Corsi di laurea
Durata
3 anni
Classe di appartenenza
L-25 - Classe delle lauree in scienze e tecnologie agrarie e forestali
Organo di controllo
Collegio Didattico di Scienze e tecnologie viticole ed enologiche
Referente
Maurizio Ugliano
Informazioni
Amministrazione Collegi del Dipartimento di Biotecnologie
Gestione didattica e studenti
Unità operativa Didattica e Studenti Ingegneria e Scienze
Sede
SAN PIETRO IN CARIANO
Obiettivi formativi
Il Corso di Laurea di tipo professionalizzante intende formare un laureato in grado di inserirsi prontamente nel mondo del lavoro e di operare nei vari settori della vitivinicoltura, sia come dipendente, sia come libero professionista (enologo e agronomo junior) e nel contempo di essere in possesso di una solida preparazione di base e di metodo anche per proseguire gli studi nelle Lauree Magistrali. La struttura del percorso formativo in Scienze e Tecnologie Viticole ed Enologiche prevede insegnamenti di base, caratterizzanti ed integrativi, monodisciplinari o, in alcuni casi, integrati (2 o 3 moduli). La prova di accertamento di conoscenza della lingua straniera prevede il conseguimento del livello B1 completo. Sono inoltre previsti 12 CFU corrispondenti ai crediti liberi a scelta autonoma da parte dello studente. Le attività formative sono suddivise in semestri e l'inizio del III anno è destinato alle attività di tirocinio pratico-applicativo presso aziende del settore vitivinicolo ed eventualmente alla preparazione dell'elaborato finale. - Primo anno Nel corso del primo anno vengono impartiti gli insegnamenti di base atti a conseguire un comune linguaggio scientifico nel campo matematico, chimico, fisico e biologico. A questi insegnamenti, oltre alla verifica dell'apprendimento della lingua straniera, si aggiungono conoscenze di base di informatica e statistica e di economia applicata. - Secondo anno Vengono erogate conoscenze e capacità tecniche qualificanti per il CdS, in particolare conoscenze di viticoltura generale e di ecologia e fisiologia viticola, di chimica enologica e di analisi sensoriale dei vini, di microbiologia, di chimica del suolo e di biochimica, di genetica vegetale e di economia e marketing. - Terzo anno L'inizio del I semestre del III anno è prevalentemente dedicato al tirocinio pratico-applicativo. Successivamente il terzo anno completa la formazione caratterizzante dello studente nel settore vitivinicolo con erogazione di conoscenze e capacità tecniche qualificanti quali: la difesa della vite, le conoscenze inerenti le tecnologie enologiche e di condizionamento dei vini, la politica vitivinicola, l'impiantistica enologica e il controllo dei reflui di cantina. Infine lo studente, utilizzando i crediti liberi, potrà implementare la sua preparazione specifica in settori caratterizzanti delle classi o affini integrativi, o anche dedicare un impegno maggiore al tirocinio pratico-applicativo o alla preparazione dell'elaborato finale. Tirocino e prova finale (eventualmente implementati da una parte dei crediti a scelta autonoma) sono da considerarsi attività sinergiche che vanno a costituire un momento formativo coerente con gli obiettivi del corso di studio e tale da esaltare, nell'insieme, la capacità di applicare conoscenza e comprensione, autonomia di giudizio e abilità comunicative.
Sbocchi professionali
Il laureato possiede le competenze relative alla classe Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali con specifico riferimento al settore della viticoltura e dell'enologia. Funzione in un contesto di lavoro: Il laureato sarà in grado di eseguire: - progettazione in campo viticolo ed enologico; - applicare le tecnologie per il controllo della produzione vitivinicola. Il laureato potrà accedere a sbocchi occupazionali nei diversi settori della vitivinicoltura con funzioni di: - direzione e amministrazione di aziende vitivinicole; - tecnico di laboratorio di analisi microbiologiche, enochimiche ed organolettiche dei vini; - gestione aziendale nel settore della distribuzione e commercializzazione e marketing dei prodotti vitivinicoli; - consulenza in qualità di libero professionista (Enologo, Agronomo junior). Competenze associate alla funzione: Il laureato sarà in grado di: - applicare in pieno campo, in cantina e nell'organizzazione aziendale le conoscenze apprese durante il percorso; - interpretare ed applicare le normative di settore; - utilizzare le fonti di informazioni per il settore vitivinicolo; - operare in laboratori di analisi viticole ed enologiche; - utilizzare sufficientemente la lingua inglese; - utilizzare gli strumenti informatici. Sbocchi occupazionali: Ai sensi della L. 129/91 e successive modificazioni, il CdS forma la figura dell'Enologo. I laureati possono sostenere l'esame di Stato per l'iscrizione all'albo professionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali nella sezione B (Agronomo junior), settore agronomo e forestale. I laureati trovano impiego inoltre in aziende vitivinicole, in aziende di produzione o di indotto, in laboratori di analisi, in consorzi e associazioni di categoria e in organizzazioni pubbliche di settore.
Dipartimento di riferimento
Biotecnologie
Macro area
Scienze e Ingegneria
Area disciplinare
Scienze e Ingegneria